Maddalena Crippa: "Faccio vivere Meg con una fedeltà assoluta ad Harol Pinter"

6 giorni fa 15
DBR - Data Breach Registry Web tool

"Ci ricordiamo di cose che potrebbero non essere mai successe", scriveva Harold Pinter. Le sue sono ‘commedie dell’assurdo’, perché partono da situazioni apparentemente innocue per poi sfociare nell’inverosimile. ‘Il compleanno’, capolavoro del drammaturgo premio Nobel 2005 per la letteratura, arriva al Teatro Duse, da domani a domenica. Regia di Peter Stein, con Maddalena Crippa nel ruolo di Mec Alessandro Averone in quello di Stanley Webber, il festeggiato, ospite della pensione gestita da Meg e da suo marito Petey (Fernando Maraghini). La quotidianità dei tre s’incrina quando arrivano due strani visitatori: il distinto Goldberg (Gianluigi Fogacci) e il ruvido McCann (Alessandro Sampaoli). Completa il cast Elisa Scatigno nel ruolo Lulu.

Maddalena Crippa, è vero che la sua sarà una Meg ‘lombarda’?

"Meg è un’anziana ‘tonta’, perché succede di tutto e lei non si accorge di niente. Quindi sì, le ho dato un accento lombardo, un colore. Per il resto avrà i colori che voleva Harold Pinter. È un’edizione che ha una fedeltà a Pinter molto rara di questi tempi".

Che lavoro è stato fatto da Peter Stein?

"Stein ha una capacità incredibile di lavorare al ...

Leggi tutto questo Articolo

Maddalena Crippa: "Faccio vivere Meg con una fedeltà assoluta ad Harol Pinter"