Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Comacchio, parte “un mare di legalità”: virus e abusivi nel mirino


COMACCHIO. Al via da oggi la campagna di informazione e prevenzione “Un mare di legalità 2020” ormai giunta alla sua ottava edizione. Il progetto, presentato ieri in Prefettura di Ferrara, sarà utile per informare e sensibilizzare sul rispetto delle misure di contrasto all’emergenza Covid-19 lungo le spiagge libere e contro l’abusivismo commerciale sui Lidi. «Un’iniziativa a tutto campo in nome della legalità e della convergenza degli sforzi tra istituzioni, associazioni di categoria, volontari e turisti». Così ha sottolineato il prefetto Michele Campanaro, presentando questa edizione del progetto, promosso dalla Prefettura, e realizzato con l’adesione di Camera di Commercio, Provincia, Comune di Comacchio, Ascom, Confesercenti, Cna, Confartigianato, Confindustria e Federazione della Moda.



GAZEBO IN SPIAGGIA



Da oggi e fino al 31 agosto, quaranta volontari di Guardie Ecologiche Volontarie, Agriambiente, Lida e Legambiente allestiranno i gazebo sulle spiagge dei Lidi per un’attività di sensibilizzazione dei turisti in funzione anti abusivismo commerciale, consegnando e illustrando dépliant informativi multilingue. L’attività dei volontari sarà, inoltre, integrata dalla campagna “100% Plastic free” sul rispetto dell’ambiente e la cura del patrimonio naturalistico locale: in collaborazione con il Cadf e con Clara saranno illustrati ai villeggianti i vantaggi derivanti dall’utilizzo di acqua della rete pubblica, attraverso l’impiego di borracce metalliche riutilizzabili e scoraggiando l’uso di bottiglie in plastica. Infine, i volontari saranno a disposizione dei bagnanti per favorire l’adozione di corretti comportamenti tesi a prevenire pericolosi assembramenti e favorire il rispetto del distanziamento sociale, in particolare nei tratti di spiaggia libera.



«Il progetto “Un mare di legalità”– ha evidenziato il prefetto Campanaro – si connota per essere un modello di sicurezza partecipata, sviluppando sinergie interistituzionali e con il terzo settore, secondo indirizzi consolidati del ministero dell’Interno, ed integrandosi perfettamente, come attività di prevenzione, con la pianificazione dei servizi di contrasto al crimine sulle spiagge ”.



AL LAVORO PER LA SICUREZZA



Quanto al dispositivo di controllo del territorio, messo a punto in ambito di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, esso viene rafforzato con l’apertura stagionale del posto di polizia di Lido Nazioni, gestito dai carabinieri, ad integrazione delle stazioni territoriali del litorale, e da un mirato potenziamento dell’attività di contrasto all’abusivismo commerciale da parte della guardia di finanza. Attenzioni particolari anche in acqua. Sul fronte dei soccorsi, ambito proprio della Guardia costiera, e su quello della sicurezza in mare la cui responsabilità operativa è affidata dalla legge in via esclusiva alla Guardia di finanza. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza