Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Ferrara, scovati dai carabinieri 14 chili di droga in più rispetto all’anno scorso


FERRARA.  Sono dati impressionanti quelli dei sequestri di droga effettuati nel corso di quest’anno dai carabinieri della compagnia di Ferrara. Il raffronto con l’analogo periodo del 2018 - da gennaio ad agosto - è significativo. In questi primi due quadrimestri del 2019 sono stati scoperti e sequestrati complessivamente oltre 15 chili di droga, con un aumento di 14 chili rispetto ai primi otto mesi dell’anno prima con una percentuale di incremento del 1.184% che è come dire quasi 13 volte tanto. Risultati importanti nel settore della lotta al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.



Gli arresti. In questo 2019 sono state 61 le persone tratte in arresto dai carabinieri della compagnia di Ferrara di cui ben 36 nella zona Gad, che si conferma territorio di spaccio per eccellenza della città e tra quelli finiti in manette, sono 19 gli ovulatori, quelli che ingeriscono la droga per non farsi scoprire, con un sequestro totale di 130 ovuli.



I dati.  La droga che è stata maggiormente scoperta e sequestrata è stata l’hashish: quasi 9 chili e mezzo con un incremento del 5.583% rispetto al dato 2018 su analogo stupefacente. Quasi 6 i chili di marijuana scovati (+510%), in crescita anche la cocaina con un raddoppio dei grammi sequestrati e l’eroina, in questo caso la quantità sequestrata è tripla rispetto al dato del 2018. L’eroina quindi continua a girare in città sia pure in misura meno dilagante rispetto alle droghe “leggere”. Nel computo dei sequestri c’è da segnalare anche un crack, un derivato della cocaina cloridrato. Un bilancio che premia gli sforzi per arginare il fenomeno dello spaccio, con un incremento dei consumatori di droga e con venditore che vengono soprattutto da fuori Ferrara per soddisfare la domanda crescente.



L’ultimo fermo. Venerdì pomeriggio c’è stato l’ultimo arresto da parte dei carabinieri di uno spacciatore. Nei guai è finito un nigeriano di 23 anni in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, responsabile dei reati di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e di “resistenza a pubblico ufficiale”. Il giovane, nel corso di un controllo in via Trotti Mosti, ha opposto resistenza attiva contro i militari operanti nonché, una volta immobilizzato e durante la perquisizione personale, veniva trovato in possesso di 7 involucri contenenti 5,50 grammi di marijuana e 0,8 grammi di cocaina. Tutta la droga è stata sottoposta a sequestro. —





 


Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza