Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Furti a raffica, sono sei La rabbia dell’artigiano «Così non si vive»


BANDO. Sei furti nella stessa abitazione in una decina di anni: se questo non è un record delinquenziale, poco ci manca. A farne le spese, e non solamente sul piano economico ma anche su quello emotivo e familiare, è Massimo Felloni, noto artigiano (lattoniere) di Bando. I malviventi sono entrati in azione lunedì mattina nella sua villa di Via Spina, quando in casa non c’era nessuno. Incuranti della giornata limpida, hanno divelto l’inferriata, una delle tante inferriate che Felloni ha fatto installare proprio a causa dei continui furti. «Io e mia moglie – dice – da tempo non comperiamo più oro perché ormai ce lo hanno rubato tutto anche quello con un valore affettivo – racconta sconsolato – e soldi non ne teniamo in casa, se non lo stretto necessario. Sto andando in caserma ad Argenta in questo momento (ieri alle 16.30; ndr) per presentare la solita denuncia perché non si sa mai. Come hanno fatto? Hanno smurato l’inferriata e una volta in casa hanno spostato i quadri, rovistato ovunque…insomma un vandalismo e un vero casino che nessuno vorrebbe trovarsi rientrando a casa. E si badi bene: il tutto per due anellini e tanta bigiotteria. Per me sono gli stessi delle altre volte, vedono che non c’è il mio furgone davanti a casa, che i miei sono fuori. Dimenticavo: hanno portato via anche un paio di calzini da uomo del valore di 3-4 euro».



Felloni, ha in mente di mettere in atto qualcosa per “provocare” i ladri. Una singolare iniziativa, ma gli è stato consigliato di desistere. «Di certo non posso andare avanti così – conclude amareggiato –, ossia con di tanto in tanto i ladri che mi vengono a far visita».



"COLPI" A SAN BIAGIO



E se a Bando i ladri hanno colpito in casa di Felloni, la stessa cosa e nella stessa mattinata di lunedì è successa a San Biagio in altre due abitazioni di Via Amendola (la statale Adriatica; ndr). Due raid pressoché consequenziali a poca distanza l’uno dall’altro. La tecnica è la stessa, quella di forzare una finestra e una volta all’interno buttare tutto all’aria alla ricerca di monili e denaro, soprattutto nascosto nelle camere da letto. Pochi minuti per mettere a soqquadro l’abitazione con il “palo” fuori in strada pronto a far scappare i complici. Anche in questi due casi di cui ancora non è stata quantificata l’entità del furto, è stata presentata regolare denuncia ai militari dell’Arma di Argenta. Va ricordato che sabato si è verificato un altro furto in pieno centro ad Argenta con i delinquenti che hanno portato via anche una pistola Beretta calibro 9 corto. —



G.C.. © RIPRODUZIONE RISERVATA.


Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza