Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Furti nelle case, due arresti e un'espulsione


FERRARA. Cinque cittadini stranieri sono stati arrestati dalla Squadra mobile in collaborazione con la polizia di Ravenna per furti in appartamenti compiuti in provincia di Ravenna. Alcuni degli autori di questi reati dimorano nella provincia di Ferrara. La collaborazione  tra i due Uffici di Polizia Giudiziaria, a seguito di approfondimenti investigativi, ha permesso di individuare alcuni cittadini stranieri legati tra loro "da un sodalizio criminale - scrive la polizia - che avevano trovato rifugio in un casolare nelle campagne della provincia di Ferrara". L’attività di osservazione degli operatori hanno consentito di accertare la presenza di 4 giovani stranieri e far scattare il blitz che ha consentito di indentificare gli ultimi responsabili dei furti e recuperare monili preziosi  e capi di abbigliamento di presunta provenienza illecita, nonché due Kit di strumenti per l’effrazione .



Al termine degli accertamenti quattro cittadini, tutti con pregiudizi di polizia, sono stati denunciati per ricettazione, due dei quali tratti in arresto per violazione delle norme in materia di immigrazione in quanto, già rimpatriati nel paese di origine perché clandestini, non  hanno ottemperato all’espresso divieto di rientro in Italia previa autorizzazione. I due cittadini arrestati sono comparsi davanti al tribunale e, dopo la convalida dell'arresto, sono stati  sottoposti  all'obbligo di firma nell’Ufficio di Polizia  con ritiro del passaporto in attesa dell'ulteriore provvedimento di espulsione con accompagnamento coatto in frontiera .



A carico di altro cittadino straniero, anch’egli clandestino sul territorio nazionale, già gravato da un provvedimento di allontanamento mai ottemperato, nella serata di ieri (16 giugno) è stato disposto dal prefetto il provvedimento di espulsione con ordine di esecuzione firmato dal Questore. E' stato accompagnato con scorta specializzata nel Centro di Permanenza Temporanea di  Bari, da dove verrà successivamente imbarcato per il paese di origine.





 


Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza