Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Goro, dipendenti del Parco del Delta ripuliscono area della Sacca


GORO. In occasione della giornata mondiale della Biodiversità i dipendenti del Parco del Delta hanno ripulito la Sacca di Goro. Si è trattato della prima delle quattro giornate ecologiche che sono state volute e organizzate dal direttore Maria Pia Pagliarusco e dal presidente del Parco del Delta, Diego Viviani, per ripulite il Parco in aree strategiche molto importanti dal punto di vista naturalistico.



L’INTERVENTO



A causa dell’emergenza Covid e quindi della necessità di mantenere i distanziamenti, non si erano potuti organizzare eventi, per questo è stata posticipata ai giorni scorsi quest’operazione di pulizia dai rifiuti che spesso vengono abbandonati dai turisti e rischiano di compromettere il delicato equilibrio ambientale del Delta. In questi giorni il personale dell’Ente Parco in servizio, ha dato inizio al piano straordinario di pulizia e monitoraggio delle aree del Parco che li ha visti protagonisti a titolo volontario.



LA GOARA



L’iniziativa ha preso il via dall’area del Parco denominata La Goara, nella zona sud-ovest della Sacca. Tutte le operazioni di pulizia degli arenili e argini hanno visto l’impiego del personale del parco coadiuvato dal presidente Viviani e dal direttore Pagliarusco. Nella giornata di raccolta sono stati riempiti 25 sacchi di rifiuti caratterizzati per più dell’80% da oggetti di plastica. Inoltre, durante le operazioni sono stati recuperati anche rifiuti da materiale derivante dall’emergenza sanitaria, come mascherine e guanti, e un frigorifero per gelati.



ALTRE TRE GIORNATE



L’obiettivo dell’operazione che prevede altre tre giornate in tre diverse aree Parco fino a settembre, ha la finalità di tutelare gli ecosistemi dall’abbandono di rifiuti e monitorare lo stato delle aree del Parco di particolare interesse ambientale. Da sottolineare che sono stati gli stessi dipendenti dell’Ente Parco, in maniera volontaria, ad offrirsi per questo delicato e faticoso lavoro di ripulitura. Il prossimo intervento sarà effettuato nella zona delle Vene di Bellocchio. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA.


Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza