Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

In Comune nessuno risponde alle pratiche. Il Collegio dei geometri: “Chiediamo solo di poter lavorare”

Ci sono professionisti che non riescono a ricevere un appuntamento da un anno. E lo stallo che sommerge di pratiche inevase lo Sportello Unico Edilizia sta facendo impazzire da mesi i geometri, che parlano disituazione allucinante“, “impossibilità di avere un appuntamento”, “nessuna risposta dalla mail pec istituita ad hoc”, “neppure un giorno a settimana dedicato al ricevimento di professionisti che abbiano fatto una domanda di accesso agli atti”.


Mentre, dopo l’inchiesta di Estense.com, in Municipio tutto tace, a parlare è la presidente del Collegio dei geometri della provincia di Ferrara, per bocca della sua presidente Paola Brunelli, per chiedere alla giunta Fabbri che, visto che “l’emergenza è finita”, di “riaprire le porte del Comune di Ferrara ai liberi professionisti ed ai cittadini”


Il Collegio dei Geometri di Ferrara premette che “si è sempre dimostrato disponibile, propositivo ed aperto al dialogo con l’Amministrazione Comunale in questi anni difficili di emergenza epidemiologica, di carenza del personale S.U.E. dovuta dai pensionamenti, dal susseguirsi delle nuove normative per gli incentivi fiscali superbonus ecc., dagli svariati adempimenti legati all’obbligo delle verifiche di conformità edilizia”.


Sempre il Collegio dei Geometri, in questi anni, “ha inviato molte comunicazioni scritte all’Amministrazione comunale, seguite da diversi incontri in presenza e videoconferenza, nei quali sono state esposte le criticità riscontrate quotidianamente dalla nostra categoria professionale”.


La presidente Brunelli cita qualche esempio, come la sospensione dei giorni di libera apertura al pubblico degli uffici con conseguente difficoltà dei liberi professionisti di comunicare in tutte le forme (scritte, telefoniche, videoconferenza) con i tecnici istruttori del S.U.E., i tempi di attesa per l’accesso agli atti, la logistica frazionata degli archivi Comunali per le ricerche degli accessi agli atti, la sospensione di alcuni servizi come la “convalida dell’art. 19 bis”, le criticità con l’attuale ufficio “Accessibilità” per l’abbattimento delle barriere architettoniche (particolarmente nel centro storico della città), la sospensione del “tavolo tecnico o consulta permanete” tra i rappresentanti degli ordini professionali ed i tecnici Comunali, la necessità di un confronto e collaborazione per l’elaborazione del nuovo P.U.G.


“Siamo consapevoli e confermiamo che l’Amministrazione Comunale si è sempre dimostrata collaborativa nel rispondere alle nostre richieste – sottolinea la presidente – cercando soluzioni alle svariate problematiche che ci hanno colpito in questi ultimi anni; abbiamo apprezzato tutti gli sforzi compiuti nel cercare di rinnovare l’intera macchina operativa del S.U.E., con l’ausilio di un nuovo gestionale che permette l’ottimizzazione dei tempi di comunicazione e di svolgimento dell’iter burocratico delle pratiche, l’attivazione del progetto di digitalizzazione degli archivi dei titoli edilizi, le nuove e progressive assunzioni di personale tecnico”.


Ma “i geometri non vogliono né ricercare, né attribuire colpe o responsabilità a una situazione che deriva da molteplici cause che si sono protratte nel tempo e spesso indipendenti da l’una o l’altra amministrazione; i geometri chiedono solo di poter lavorare, dialogare e confrontarsi con più tranquillità con l’Amministrazione Comunale”.


“Allo stato attuale, visto che l’emergenza epidemiologica è cessata – conclude Brunelli -, chiediamo un ulteriore sforzo all’Amministrazione Comunale per cercare di tornare alla normalità mediante la riapertura delle porte del Comune di Ferrara; chiediamo che vengano ripristinati i giorni di apertura al pubblico degli uffici tecnici del Comune di Ferrara e che sia consentito un confronto umano in presenza tra i liberi professionisti, i cittadini di Ferrara e l’Amministrazione Comunale. I geometri sono sempre presenti e pronti a collaborare con l’Amministrazione comunale, per contribuire allo sviluppo economico del territorio”.

The post In Comune nessuno risponde alle pratiche. Il Collegio dei geometri: “Chiediamo solo di poter lavorare” first appeared on estense.com.

Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza