Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

La nuova illuminazione del Castello Estense

Il Castello Estense si accende di nuova luce. Domani – giovedì 26 maggio – alle 21 sarà attivo, per la prima volta, il nuovo impianto luci a Led, composto da 101 proiettori, installati negli ultimi mesi soprattutto nell’area del fossato. I nuovi dispositivi sostituiscono i 13 vecchi proiettori (che dal 27 maggio saranno rimossi). La prima accensione avverrà sulle note del sax di Andrea Poltronieri e al culmine di un programma di eventi che partirà alle 18,30 nella sala Imbarcadero 1 della Fortezza Estense, con un convegno promosso da Comune di Ferrara e Gruppo Hera e organizzato con la partecipazione dell’Università di Ferrara e dell’Unione Astrofili Italiani. Al centro del dibattito: l’approfondimento della qualità di vita, della salute, e della lotta all’inquinamento luminoso e dell’ambiente attraverso l’uso corretto ed efficace dell’illuminazione artificiale.

Il Comune è promotore e finanziatore dell’intervento, realizzato da Hera Luce, nel contesto del contratto di efficientamento energetico da circa 70 milioni di euro per 19 anni. La Soprintendenza ha convalidato la tonalità del colore e l’intensità delle nuove luci (3mila gradi Kelvin con intensità al 70 per cento), nel rispetto della storicità del luogo e del monumento.

“Nuova luce per valorizzare il nostro monumento simbolo. Inauguriamo, nel rispetto della storicità del luogo, una nuova azione per la valorizzazione del Castello, nel contesto di un maxi-progetto di generale miglioramento degli impianti luce”, dice il sindaco Alan Fabbri, sottolineando che “la nuova illuminazione arriva dopo la ripavimentazione di largo Castello, di piazza Repubblica, con le nuove aree verdi, e nell’imminente chiusura dell’intervento di piazza Savonarola, anticipata dal restauro della statua (con Art Bonus finanziato da Artibano Sivieri). L’obiettivo è la valorizzazione, la cura e il potenziamento dell’attrattività dell’intera cornice del Castello”.

Il primo cittadino, al termine del convegno, accenderà simbolicamente il nuovo impianto di illuminazione. “Sono felicissimo” dice Poltronieri, reduce dall’Eurovision Song Contest di Torino, dove ha suonato, all’Eurovillage, davanti a 20mila spettatori. “Da ferrarese è una grande gioia suonare all’interno del Castello, simbolo della mia città, richiamando ‘da lontano’ la metafisica di De Chirico che, con le Muse Inquietanti, lo ha reso famoso in tutto il mondo. Farò brani molto suggestivi, dopo una accurata e difficile scelta: ‘La sera dei miracoli’ di Lucio Dalla, il mio grande faro, due brani di Morricone, e – dopo la bella notizia del concerto di Bruce Springsteen a Ferrara -, realizzerò una citazione dedicata a lui e alla sua band, in particolare al compianto sassofonista Clarence Clemons, di cui sono un grande fan”.

“Con noi – spiega inoltre Poltronieri – ci saranno anche esponenti dell’azienda austriaca Schagerl, che metterà a disposizione gli strumenti per l’evento di domani, esposti in via Aldighieri 33, con la collaborazione di Denis Biasin, da Pordenone. Questi strumenti si associano a quelli che solitamente utilizzo, delle ditta, italiana, Borgani”.


 


Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza