Ferrara.press

Tutte le notizie su Ferrara e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Ferrara, Emilia Romagna e dintorni

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Turismo, nel mese dei grandi concerti Ferrara registra il 10% di turisti in meno rispetto al pre-Covid

Nonostante alcune dichiarazioni entusiastiche sulla ripresa del turismo a Ferrara, i dati purtroppo non possono confortare cittadini ed operatori.


L’industria dell’accoglienza nella città d’arte stenta a riprendere il trend positivo degli anni pre-Covid, quelli dal 2019 a ritroso.


A sorprendere è in particolare il mese di luglio, quello dei grandi eventi e dei grandi palchi che hanno quasi privatizzato la città capoluogo. Secondo quanto elaborato dall’ufficio statistica della Regione Emilia-Romagna, lo scorso luglio ha fatto registrare 19.035 turisti, vale a dire il 10 percento in meno rispetto allo stesso mese del 2019. I pernottamenti, invece, sono stati identici a quelli dell’ultimo luglio pre-Covid, 38.593.


Eppure pochi giorni fa l’amministrazione comunale esultava per i numeri registrati nell’ultimo fine settimana di agosto. Due giorni sono in effetti pochi per fare raffronti, e di conseguenza programmi, su scala annuale. La giunta Fabbri gioiva per i visitatori dei musei civici (quelli gestiti dal Comune), che hanno accolto il 27 e 28 agosto 2.122 persone.



Ma se prendiamo in mano l’annuario statistico del Comune questi numeri sono ben poco rassicuranti. Il raffronto si è costretti a farlo con gli anni antecedenti al 2019. L’annuario “Ferrara in cifre” infatti vede la sua ultima pubblicazione nel 2018. Questo prezioso strumento di consultazione per il cittadino non è stato in seguito più aggiornato.


E nel 2018 leggiamo come i musei civici abbiano visto numeri difficilmente eguagliabili quest’anno. Se l’agosto 2022 (il mese in teoria più favorevole al turismo) ha registrato 22.845 visitatori, l’intero 2018 ne ha visti 313.791. E anche gli anni precedenti sembrano al momento irraggiungibili: nel 2017 se ne contano 357.215 e nel 2016 370.178.


Prendendo poi in esame il monumento più visitato, il Castello estense, i dati di agosto 2022 diffusi dal Comune parlano di 14.034 visitatori. Anche moltiplicando la cifra per dodici difficilmente vedremo i 201.746 del 2018, o i 179.629 del 2017.

Vengono poi i numeri complessivi di presenze turistiche nel capoluogo. Cifre che gli amministratori dovranno tener presente per cercare di far tornare Ferrara davvero all’era pre-Covid.


I dati provvisori di quest’anno, relativi solo al primo semestre (gennaio – luglio) vedono a Ferrara 91.071 turisti italiani, vale a dire il 90,2% in più rispetto al 2021, ma il -6,9% in meno rispetto al periodo pre-covid del 2019. Un calo maggiore riguarda gli stranieri, con 24.707 turisti: 222,1% in più rispetto al 2021 ma il -49,0% in meno rispetto al 2019. Il totale segna 115.778 (+108,4 rispetto al 2021 e il -20,8 rispetto al 2019).


Stesso discorso per i pernottamenti: quelli italiani sono stati 179.873 (+69,9 rispetto al 2021 e qui un +3,5 rispetto al 2019), quelli stranieri 60.837 (+185,5 e -34,4) per un totale di 240.710 (+89,3 e -9,7).


Sotto il Coronavirus e il lockdown che ne è generato è normale che i numeri fossero quasi annichiliti. Nel 2020, primo anno di Covid, il capitombolo parla di appena 87.020 turisti italiani (-50,6% rispetto all’anno precedente) e 14.929 stranieri (-81,4), per un totale di 101.949 (-60,3). Quanto ai pernottamenti, quelli italiani furono 181.224 (-43,7) e 37.651 quelli stranieri (-76,1), per un totale di 218.875 presenze (-54,3).


Nel 2021, secondo anno di pandemia, i turisti italiani furono 122.491, quelli stranieri 26.129 per un totale di 148.620. I pernottamenti di turisti italiani 252.722 e 66.377 quelli stranieri, per un totale di 319.099.


E il 2019, l’anno sul quale a dicembre si potranno fare confronti per capire se c’è stato uno sviluppo positivo, vedeva a Ferrara 176.285 turisti italiani, 80.361 stranieri e un totale di 256.646. I pernottamenti furono 321.712 quelli di italiani, 157.399 quelli di stranieri e 479.111 il totale. Continuando a favor di statistica, nel 2018 (anno boom per il Castello Estenseche superò quota 200mila visitatori e Ferrara fu prima in Emilia-Romagna per numero di visitatori nei musei civici) i turisti totali furono 248.146 e i pernottamenti 450.436. Nel 2017 245.940 turisti e 455.743 pernottamenti. Nel 2016 231.208 i turisti e 425.546 i pernottamenti.

The post Turismo, nel mese dei grandi concerti Ferrara registra il 10% di turisti in meno rispetto al pre-Covid first appeared on estense.com.

Ferrara.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza